Specialità palermitana apprezzata ovunque . Pasta con le sarde e finocchietto selvatico.

La pasta con le sarde e il finocchietto è un piatto stagionale: si può preparare da marzo a settembre periodo in cui si trovano al mercato le sarde fresche ed è possibile raccogliere nei campi il finocchio selvatico.

Esistono molte varianti. Una tra le più importanti è la pasta con le sarde alla trappitara, ricetta gelosamente custodita da famiglie marinare di Trappeto (PA).

Secondo la tradizione la pasta con le sarde fu inventata da un cuoco arabo del generale Eufemio da Messina , durante la campagna militare degli arabi nella zona di Siracusa (secondo un’altra versione, poco presente nelle fonti, il fatto sarebbe accaduto a Mazzara del Vallo. Il cuoco doveva sfamare le numerose truppe, trovandosi però in condizioni disagiate dovette fare appello alla sua inventiva ed elaborare un piatto con quel che la natura di quel luogo gli offriva; fu così che unì il pesce, rappresentato dalle sarde (o alici nella versione del piatto che risale ai tradizionali spaghetti alla siracusana), e i sapori della terra: finocchietto selvatico, principalmente, e pinoli.

Il piatto di Eufemio viene odiernamente considerato come il primo “mare-monti” della storia, poiché seppe mettere insieme i prodotti naturali del mare e quelli montani.

  • 400 g finocchietto
  • 300 g bucatini
  • 300 g sarde fresche
  • 30 g uvetta
  • 30 g pinoli
  • 1 cipolla
  • zafferano in polvere
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Pulite le sarde, apritele a libretto e privatele della lisca, lavandole accuratamente e spezzettandole. Lavate il finocchietto, privatelo dei gambi più duri e lessatelo in abbondante acqua salata, poi fatelo sgocciolare e tritatelo finemente.

Tenete da parte l’acqua di cottura.

In un tegame fate soffriggere in olio evo  la cipolla tagliata sottile , aggiungendo pinoli, l’uvetta, il finocchietto e le sarde.

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, poi due mestoli di acqua di cottura in cui avrete sciolto lo zafferano.

Lasciate cuocere per 40 min circa , aggiungendo se necessario altra acqua di cottura,

infine sale e pepe.

Fate cuocere la pasta  nell’acqua del finocchietto; scolatela al dente  e  versatela nella padella ,saltate  il tutto per circa 1 minuto.

Completate il piatto con il pangrattato precedentemente tostato in padella con un filo d’olio. (A muddica atturata)

  • Buon appetito !!
ultima modifica: 2019-03-13T15:34:47+00:00 da eatsicily

Spedizione Gratuita in tutta Italia

Pagamenti Sicuri

Assistenza clienti via chat